L'unico modo per toglierti lo stress e la rabbia che ti creano la gestione degli insoluti che troppo spesso diventano cause in tribunale, è questo:

 

Risolvere definitivamente il problema!

Cioè non aver più insoluti!

 

Ti parlo subito in modo chiaro, per farti capire come la penso e, se sei in linea con me, sono sicuro che leggerai ogni parola di quanto ho da dirti, oppure non perdere altro tempo e continua a fare come hai sempre fatto.

 

Utopia non avere più insoluti, diranno alcuni; peccato che in molti ci siano già arrivati, perciò, ognuno scelga liberamente come pensarla.

 

E' necessario partire dal perchè funziona in questo modo. E' un passo fondamentale che comprenderai molto facilmente, anche perchè ti riporto dati ufficiali, precisi e incontrovertibili.

 

Partiamo quindi da che cosa fa quasi ogni azienda appena riceve un insoluto e vediamo se ti ci ritrovi.

 

Sarai sicuramente d'accordo che la prima cosa che fai appena ti accorgi che un cliente ha fatto un insoluto è: arrabbiarti, si ancora prima che tu possa azzardare qualsiasi tipo di risposta, la rabbia ti sale, sei umano e non la fermi, e poi, con tempi più o meno lunghi, chiedi alla segretaria di iniziare a sollecitare.

Ora, non lo so quanto strutturata sia la tua azienda ma mediamente, in pochi hanno una o più segretarie dedicate a fare esclusivamente i solleciti. 

E se sei tra quelle aziende che possono permettersi uno o più stipendi solamente per i solleciti, allora hai un problema diverso, ma pur sempre un problema. 

Pensa solo a quello che potresti fare con quei soldi, se non avessi il problema degli insoluti.

 

E se sei arrivato fin qui, hai già capito che è possibile, per cui "utopia" lo lasciamo dire agli altri.

 

In ogni caso, anche se sei strutturato diversamente, chiedi appunto alla tua segretaria di fare un sollecito; se hai un metodo, seguirà quello, se non lo hai, è facile che telefoni o invii una mail. 

Tu nel frattempo ti porti avanti lo stress fino a quando si realizzerà il miracolo e verrai pagato.

 

Hai mai pensato che oltre a te che sopporti tutto, anche la tua segretaria si stressa e si innervosisce nel sollecitare? E poi pretendi che torni alla propria mansione dando il 100% di se stessa?

 

E' umano che non possa farcela.

 

Solo un ritardo, non ipotizziamo nemmeno che non ti pagherà mai, solo un ritardo crea stress e malessere sia a te che alla tua segretaria e lo fate girare sia in azienda che a casa senza nemmeno rendervene conto. O almeno questo è quello che succede statisticamente nelle aziende.

 

Ora, facciamo una riflessione. Molto facile che la tua segretaria non abbia alcun tipo di formazione specifica per recuperare un credito, per cui, visto che l'inizio del fallimento di un cliente parte sempre da un sollecito, viene facile pensare che anche questa prima azione vada fatta con dei precisi criteri che la tua segretaria purtroppo difficilmente ha. 

 

Infatti, l'hai assunta per altre mansioni, non per recuperare i crediti, e qui si moltiplicano i problemi.

 

Anche la segretaria ha deciso di lavorare con te per altre mansioni, recuperare un credito anche solo con un sollecito, sicuramente non la lascia felice e sorridente, prova a chiederglielo.

 

Davvero, chiedi alla tua segretaria se è felice quando deve sollecitare un cliente che non sta pagando. Oppure se preferisce svolgere la normale mansione per la quale l'hai assunta.

 

Bene, anzi male. Adesso siete in due ad essere arrabbiati e lo stress che si accumula ve lo portate anche a casa, molto spesso senza rendervene conto, per cui va per forza preso in considerazione che se questa sera litigheremo con un nostro familiare, sarà anche a causa di quell'insoluto. Ecco, non solo i soldi della fattura quindi, ma anche lo stress che genera solo altro stress, sia al lavoro che a casa.

 

Ora, senza dilungarmi troppo su questo punto, siamo tutti d'accordo che

 

Prevenire queste situazioni è l'unica soluzione.

 

 

Per cui, caro imprenditore e cara segretaria, parlatevi! Affrontate questo tema e cercate di prevenire, vi costa molto meno che provare a risolvere. Si tratta di responsabilità imprenditoriale e personale. E se davvero non sapete da dove cominciare, l'ho appena detto, basterebbe iniziare a parlarne, dedicare del tempo per trovare una soluzione. 

 

Ancora troppo pochi lo stanno facendo ma molti di questi, ottengono ottimi risultati.

 

Dunque possiamo continuare. Certo, dopo qualche mese di solleciti fatti in vari modi, alla fine qualcuno paga, si, ma ti va di lusso già se ti paga l'importo della fattura. Vero?

 

Ma a parte che il denaro costa e quindi avresti dovuto farti pagare anche gli interessi e le spese di insoluto e magari si, sei bravissimo e te li sei davvero fatti pagare ma, lo stress te lo sei fatto pagare?

 

Lo so, non ci hai nemmeno pensato, facilmente non lo sai nemmeno quantificare; eppure ti garantisco che è una cifra enorme, che va ben al di sopra degli importi delle fatture. 

Seguimi fino in fondo e te lo dimostro.

 

Possiamo senza dubbio continuare a confermare che l'unica soluzione è la prevenzione, non arrivare al problema.

 

Lo so che razionalmente sai benissimo che è assolutamente così; sarebbe bello poter fare prevenzione, ma come?

 

Te lo dico, ma prima dobbiamo necessariamente completare il quadro, per darti tutto quello che ti serve, dati e statistiche per valutare e decidere in autonomia, serenamente.

 

Quando avrai tutti i dati, sarai libero di fare la scelta giusta.

 

Eravamo rimasti che si, qualcuno alla fine paga; ma altri no! E allora cosa fai? Hai due opzioni a prescindere dalla tua dimensione. 

O ti rivolgi ad un'agenzia di recupero crediti o ti rivolgi ad un avvocato. Almeno questo dice la legge. 

Certo potresti anche prendere a bastonate il debitore, giustificato anche dal fatto che a questo punto la rabbia e lo stress sono a livelli molto alti, per cui non vedi altra soluzione ma, è illegale, si lo è. Te lo ripeto: non farlo, è illegale.

Lo so che solo tu sai che cosa ti ha causato quella fattura che non ti hanno pagato, i problemi che si sono accumulati, in azienda, con i fornitori, i collaboratori, a casa, gli amici; diciamo la verità, quando non ti puoi permettere di perdere quella somma, i problemi ti travolgono a 360°, altro che stress, qui la faccenda si fa molto grave e tra poco ti scrivo anche qualche dato ufficiale.

 

Completa la frase: caspita, se avessi potuto prevedere quella situazione... oggi sarei... (mettici quello che vuoi, te lo auguro di cuore)

 

Ma dobbiamo andare avanti; solo avendo tutte le informazioni potrai vedere, ascoltare e percepire la soluzione e decidere in autonomia, senza più essere costretto a sbagliare solo perchè, funziona così.

 

Rischio imprenditoriale, dicono in molti; il male al fegato e lo stress sono però certezze. 

Perciò trasformerei il "rischio imprenditoriale" in "responsabilità imprenditoriale". 

Cioè, la responsabilità di fare prevenzione. Non voglio arrivare ad avere il problema. 

L'unica certezza che mi causa tale problema è stress e male al fegato che mi porto a casa oltre che al lavoro. Perciò, non voglio avere il problema. Punto.

 

E' vero, c'è una quarta opzione. Non fare niente, rimanere per sempre attaccato alla speranza che un giorno, quel debitore, mantenga le sue finte promesse e ti pagherà. Lo sai che non lo farà mai, ma in cuor tuo ci credi; è più forte decidere di rivolgerti ad un professionista, magari perchè in passato ti ha fregato anche lui, piuttosto che lasciar perdere, non fare nulla e rimanere attaccato ad una speranza che non si realizzerà mai. E quindi molli, lasci tutto come sta. Come uno struzzo, metti la testa sotto la sabbia e speri...

 

Ti prego imprenditore: REAGISCI!

 

Questa cosa, nell'immediato ti porta a perdere soldi e logorarti il fegato, ma a lungo termine porta alla chiusura, magari lasciando debiti a tua volta coinvolgendo tutti i tuoi collaboratori, partenti e amici che ti stanno vicini. Pensaci.

 

Ripeto: decidi e agisci, qualsiasi decisione va bene, ma decidi. Non fare nulla è comuncque una decisione, ed è la peggiore! E a breve termine, anche il senso di colpa avrà la meglio su di te. Purtroppo è una strada senza ritorno. Ti sto dicendo di non percorrerla.

 

Torniamo alle due opzioni legali: avvocato o recupero crediti?

 

Ora ti dico che cosa ambedue mai ti confesseranno.

 

Se hai un credito immediato da recuperare, posso certamente darti la cura, cioè portarti a casa i soldi; tutti i giorni ho clienti che vogliono affidarmi le pratiche, ma mentre lo faccio, occupandomi prevalentemente di prevenzione, devo per forza farti notare che: 

continueresti ad avere sempre lo stesso problema, se non approfondisci realmente le cause che ti hanno portato ad averlo; intendo che se ad esempio un dottore ti dice che farmaco prendere per farti passare il raffreddore, ma poi continui a fare il bagno in un mare ghiacciato, di fatto ti tornerà sempre il raffreddore. 

Ecco, di solito i dottori prescivono solo le medicine, ben pochi ti dicono di smetterla di fare il bagno nel mare ghiacciato. 

 

Per cui, se ti affidi ad un avvocato, ti dirà di fare una causa in tribunale, se invece ti affidi ad un'agenzia di recupero crediti, ti dirà di affidargli la pratica.

 

Certo che tutti e due non verranno mai a dirti che cosa fare per non arrivare ad avere più quel problema, quel cliente che non ti ha pagato. Anche nella remota possibilità che volessero, molto raramente saprebbero davvero come si fa. 

 

Da un certo punto di vista avrebbero anche ragione a dirti di affidarti a loro, lo fanno di mestiere e da questo ci guadagnano, sulle tue spalle si, ma ci guadagnano. Tutto legale, niente di strano. Per fortuna non tutti facciamo lo stesso lavoro, nello stesso modo.

 

Eppure, la prevenzione è la migliore cura in ogni ambito della vita; incluso quello relativo ai clienti che non pagano. Razionalmente, lo sai benissimo.

 

Tuttavia, il mondo imprenditoriale, le leggi, il sitema Italia, ci dicono da sempre che se un cliente non ci paga, dobbiamo fare una causa in tribunale. Vai dall'avvocato! Ci hanno insegnato.

 

Però, sui circa 240.000 avvocati che ci sono in Italia, ben pochi ti dicono veramente come stanno le cose; da sempre, quasi tutti continuano a dire che se vuoi "provare" ad avere i tuoi soldi, devi per forza fare una causa. Certo, "provare" ad avere i tuoi soldi, mica te lo garantiscono che li avrai.

 

Una sola cosa ti garantisce l'avvocato; si solo una, vediamo se indovini.

 

La garanzia al 100% che un avvocato ti fornisce quando ti dice di fare una causa è:

 

Che lo devi pagare! 

Si, a prescindere dal risultato. Punto.

 

Senza entrare nel merito, senza giudicare, ma funziona così. Non l'ho deciso io. Io mi occupo di prevenzione.

 

E' come se tu potessi vendere il tuo prodotto o servizio e farti pagare a prescindere dal fatto che funzioni. Sarebbe bello, no? Non dovresti più concentrarti sulla qualità del tuo lavoro, tanto, ti pagano lo stesso.

 

Lo so, fa veramente incazzare ma funziona così. Almeno sai, da che cosa è causata la rabbia e lo stress che provi quando ti trovi nel dover decidere se fare una causa.

 

Quindi una cosa del tipo: non faccio nulla e perdo i soldi o faccio causa e "forse" li porto a casa? 

L'unica cosa certa è che devo in ogni caso pagare l'avvocato!

Decisione molto difficile, ma la devi prendere lo stesso. Mentre lo stomaco ti si attorciglia...

 

Per l'agenzia di recupero crediti, non cambia molto. Ti va già bene se non ti chiedono soldi per aprire la pratica ma quasi tutte te li chiedono anche se non ti portano a casa i soldi. Ma dico? Ok se me li porti a casa, capisco che ti devo pagare, ma se non lo fai... eppure anche in questo caso funziona così. Non hai alternative, devi continuare a roderti il fegato. 

 

Solo perchè, hai dato fiducia a quel cliente, e ti ha tradito.

 

 

Ma fammi aprire una parentesi riguardo le agenzie di recupero crediti, visto che parliamo di clienti che non pagano.

 

Devi sapere che il 16,12% delle agenzie di recupero crediti è a rischio massimo di chiusura entro pochi mesi;

e un altro 33,08% ha un rischio medio. (dati aggiornati ad ottobre 2019)

Che ne dici? Meglio pensarci un po' prima di decidere a chi affidare le proprie pratiche, giusto per non cadere dalla padella alla brace. 

 

Guarda il grafico quì sotto che indica anche i dati positivi, che è meglio. Dico solo di verificare. Così, per scrupolo.

 

 

Ma continuiamo, certo, cerchiamo di non tralasciare nulla. Puoi anche trovare l'avvocato o l'agenzia di recupero crediti che lavorano gratis, magari tuo zio o l'amico di tuo cugino. Ma come fai ad essere sicuro, nel caso in cui non ci riescano, che non abbiano perso tempo che sarebbe stato vitale?

 

Dai, hai qualche parente che lavora gratis mettendoci il 100% sapendo appunto che non guadagnerà un solo centesimo?

Anche se lo paghi poco, vale la stessa regola. Lo sai.

 

Lo sai benissimo che è sempre meglio uno sconosciuto che alla fine se non fa bene il proprio lavoro puoi sempre rivalertene, ma rimaniamo nelle ipotesi più reali.

 

Avvocato o recupero crediti. Queste sono le uniche alternative legali.

 

Nel prossimo paragrafo, ti aggiungo anche un'altra considerazione del tutto personale, e qui alcuni avvocati non saranno d'accordo; ma io sono dalla parte dell'imprenditore, non dell'avvocato.

Io, faccio prevenzione. E tu?

 

Ti rivelo un segreto, un'arma che il recupero crediti utilizza nel fare il proprio lavoro. 

 

E' la "minaccia" di fare una causa legale, perciò con ulteriori addebiti di spese, nel caso in cui il debitore si rifiutasse di pagare. 

Se non ci accordiamo, ti faccio causa e pagherai più spese.

Al contrario, l'avvocato, difficilmente "minaccia" di mandare il recupero crediti. Direi, mai.

 

Nell'ordine, il recupero crediti fatto bene, è una fase più morbida per tutte le parti, ci sono delle regole che non sono così strette come in tribunale.

 

Per cui la scelta che ogni imprenditore dovrebbe fare prima di affidarsi ad un avvocato è: 

"affidarsi ad un'agezia di recupero crediti". 

 

Certo, non quelle nella parte rossa o arancione del grafico precedente ma pur sempre, prima dal recupero crediti e poi forse, solo se necessario, dall'avvocato.

 

Ma da dove arriva tutto questo modo di fare impresa?

 

Partiamo intanto da che cosa comporta il fare impresa in questo modo. Così continuo a darti un po' di dati ufficiali.

 

Negli ultimi 10 anni il ritardo nei pagamenti in Italia, è sempre stato di oltre il 50%. 

 

Più della metà delle aziende pagano costantemente in ritardo e molte di queste, finiscono ovviamente tra quelle che non pagano affatto, lasciando il debito a te che li hai forniti. Amara verità, ma è così. Andiamo avanti, ti metto qui sotto i grafici se vuoi leggere i dati precisi.

 

 

Ecco perchè sarà ben difficile che tu e le altre aziende italiane possiate evitare di rivolgervi al recupero crediti o avvocati negli anni a venire. Semplicemente perchè facciamo tutti parte della stessa statistica e prima o poi capiterà. A meno che....

 

A meno che si inizi a fare prevenzione; semplice. Difficilmente, tu da solo potrai invertire questa tendenza, perciò l'unica cosa che puoi davvero fare è evitare di avere il problema. Ma per sapere come, dobbiamo necessariamente continuare l'analisi.

 

Quasi tutte le aziende italiane nascono da figli di imprenditori o da ex dipendenti che si sono messi in proprio.

Da oltre 30 anni non esiste un corso o uno studio per diventare imprenditori; certo ancora prima, parlo prima del 1989 qualcuno se lo ricorderà, esisteva un "esame", qualcosa di molto blando, da tenere presso le camere di commercio, che anzichè essere migliorato, è stato eliminato.

 

"Complimenti" alla politica a tutela degli imprenditori; il fegato ringrazia.

 

Questa geniale decisione, ha portato al seguente risultato:

 

 

 

Nel 2018 hanno chiuso 313.208 aziende!

 

Nel 2019 fino ad ottobre hanno chiuso 261.267 aziende!

 

 

 

Ma certo, se nessuno ti dice come fare una cosa, è altissima la probabilità di sbagliare. Ma quì stiamo parlando di fare impresa, dove dietro ci sono delle persone, delle famiglie, delle responsabilità.

 

E qualcuno vuole dare tutta la colpa agli imprenditori? Io no! 

 

Certo, la responsabilità l'imprenditore se la deve prendere ma se il sistema aiutasse a fare impresa, piuttosto che ignorare i danni catastrofici che stiamo vivendo...

 

Solo nel 2012 il governo si è visto "costretto" a varare la legge 3, subito ribattezzata: "la salva suicidi". Purtroppo troppi imprenditori continuano anche oggi a togliersi la vita a causa dei debiti. Molti di questi, a loro volta hanno crediti da recuperare e stanno utilizzando gli avvocati, i quali, sempre pagando, ti possono solo portare in tribunale e attendere i tempi della giustizia.

 

Già, qualcuno però non ce la fa ad attendere, e si toglie la vita.

 

Un sistema vergognoso, portatore di morte. Nel migliore dei casi, ti rodi il fegato e porti lo stress a casa oltre che in azienda e lotti tutti i giorni per portare avanti la tua attività attacandoti alla sempre più flebile speranza di incassare quel credito tramite il tuo avvocato.

 

Ma vogliamo riflettere bene o vogliamo continuare a lavorare 20 ore al giorno per sopravvivere?

 

E se per caso non sei il titolare di un'azienda ma solitamente gestisci gli insoluti per la ditta dove lavori, sai benissimo che questa situazione, mette a rischio anche il tuo stipendio; e nel frattempo, rifletti bene anche sull'atmosfera che respiri ogni giorno. 

 

Siamo tutti coinvolti, tutti nella stessa barca piena di buchi.

 

La prevenzione, l'evitare di dover gestire il problema, è l'unica vera scelta che un imprenditore, lungimirante deve fare. 

 

Puoi affidarti all'avvocato più bravo del mondo, ma ricordati che sei sempre al centro del problema.

 

Basta utilizzare l'intelligenza e la razionalità che tutti abbiamo per concordare che esiste solo la prevenzione. Semplice.

 

Perciò, a prescindere dal tuo ruolo, beh, se sei un imprenditore già lo sai, ma se sei all'interno di un'azienda che ha problemi ad incassare, fallo presente, dillo al tuo titolare, potresti essere la persona che salvando l'azienda, salva anche se stessa e tutti gli altri collaboratori

 

Chiaro, potresti anche decidere di non fare nulla; otterresti però l'effetto contrario. L'azienda chiuderebbe e rimarrebbero tutti senza lavoro. 

 

Solo tu, puoi fare la differenza! Agisci adesso, per cortesia.

 

Ma sono certo che se hai letto fino a questo punto, è perchè hai la forza dentro di te per migliorare la tua vita e quella degli altri, la tua azienda, la tua vita personale; pensa a tutte le persone che ti conoscono come ti percepirebbero se veramente prendessi la decisione di smetterla di rincorrere i debitori e iniziassi a fare azioni concrete per evitare di cadere dentro nel problema, semplicemente prevenendolo.

 

Siamo seri, è vero che le cose stanno come stanno, lo confermano le statistiche che hai letto anche poco fa e sono dati incontrovertibili, ma è anche vero che per fortuna ci sono molte persone coraggiose, che si vogliono mettere in gioco e migliorare il sistema imprenditoriale italiano. 

 

E per questo, puoi leggere i seguenti dati che sono più positivi dei precedenti.

 

 

Nel 2018 hanno aperto 328.213 nuove aziende!

 

Nel 2019 fino ad ottobre hanno aperto 259.561 nuove aziende!

 

 

Ok, non lo so quale sia il tuo settore ma sicuramente su 587.774 nuove aziende aperte in meno di due anni, certamente ci trovi anche i tuoi nuovi clienti. 

 

Prova a pensare quanti nuovi clienti vorresti, quanti te ne basterebbero di nuovi per far funzionare meglio la tua azienda, per rendere felici tutti i tuoi collaboratori. 

 

La soddisfazione di creare posti di lavoro con persone felici di contribure alla crescita aziendale perchè in questo modo, renderebbero felice anche la loro vita personale, i propri figli, mogli, mariti, amici, tutti insomma.

 

Immagina se fosse possibile, sostituire tutti i clienti che non ti pagano, con altri di nuovi che pagano puntuale...

 

Ora per cortesia, smetti di immaginare e torna razionale. 

 

Ti sto chiedendo di leggere i dati ufficiali; ci sono aziende che non pagano, altre che chiudono, ma altre che aprono. Il conto lo sai fare bene. Dipende solo da dove vuoi arrivare, che tipo di azienda vuoi lasciare a chi verrà dopo di te.

 

Allora a questo punto si aprono sempre due strade: la prima è quella di non fare niente, rimanere nella propria zona di comfort e attaccarsi alla speranza che un giorno le cose cambieranno; sembra una provocazione ma purtroppo non lo è. 

 

Ogni giorno mi interfaccio con aziende in difficoltà ma purtroppo non passano all'azione e prima o dopo vanno ad ingrassare i dati negativi. Se così non fosse, non ci sarebbero le 574.475 aziende che hanno chiuso tra il 2018 e fino ad ottobre 2019

 

La seconda, è l'unica che puoi scegliere di percorrere e sono certo che sceglierai, avendo anche l'enorme vantaggio del tempo sui tuoi competitor che decideranno dopo di te o non decideranno affatto (ma questi ultimi, lasciamoli pure chiudere).

 

Concentrare i tuoi pensieri su eliminare i clienti che non ti pagano e fare corrette azioni di marketing per portarti a casa quelli che invece ti renderanno ricco e felice, è l'unica scelta che puoi fare, consapevole, da vero imprenditore, da vera persona addetta ai lavori che vuole contribuire a migliorare la vita di tutti quelli che lavorano in azienda.

 

Perciò fammi ribadire che l'unica via di successo, rimane quella della prevenzione. Più tempo toglierai alla gestione degli insoluti e più tempo avrai da dedicare al marketing per avere nuovi clienti. 

 

Ecco, prendi solo questa frase e ripetila come un mantra, perchè sai che è l'estremo succo di tutto ciò stai leggendo. Perciò, fammela scrivere ancora una volta:

 

Più tempo toglierai alla gestione degli insoluti e più tempo avrai da dedicare al marketing per avere nuovi clienti.

 

E ancora. Rileggi per cortesia. Puoi dimenticare tutto, ma ricorda solo questo:

 

Più tempo toglierai alla gestione degli insoluti e più tempo avrai da dedicare al marketing per avere nuovi clienti.

 

A questo punto mi dirai: ok ho capito, si può solo essere d'accordo; chiunque con un minimo di consapevolezza e razionalità conviene sul fatto che è meglio gestire aziende felici che guadagnano, piuttosto che percorrere la strada del fallimento. Ovvio!

 

Ma al di la dei dati statistici, dell'attuale fotografia delle aziende italiane che abbiamo visto e sul fatto che OK voglio far parte di un'azienda libera e felice, nel concreto, qual è il primo passo da fare?

 

Ahhhh... finalmente una bella domanda che abbia senso! Mi auguro che tu l'abbia davvero pensata prima di leggerla.

 

Sai, tutte le volte che mi confronto con le persone che a parole dicono tanto, anzi tutto, ma in concreto non sanno nemmeno loro da dove iniziare, mi diverto a fare la stessa domanda: ok, ma in concreto, cosa devo fare, qual è l'azione che devo compiere?

 

Ripensa al primo giorno che sei stato dall'avvocato per cercare di capire la migliore decisione da prendere con quel cliente che non ti stava pagando. Ricordi? Stavi male vero? E quanto nei hai veramente capito? Poco, fidati. A meno che sia anche tu un avvocato, alla fine ti sei solo fidato di tutte le parole che ti ha detto, lo hai pagato e sei uscito uscito dallo studio con il morale non proprio al top, aggrappato alla speranza che ti ha venduto.

 

Va bene, non pensiamoci più. L'unica cosa che puoi cambiare è il futuro, certo non il passato; e anche su questo siamo d'accordo.

 

Per cui, in concreto cosa devo fare? Quale azione?

 

Negli anni, ho riflettuto molto su quale azione, quale fosse la cosa più intelligente, semplice, senza grandi stravolgimenti, dai, alla fine dobbiamo tutti tornare in azienda domani mattina a prescindre da tutto, perciò, poco tempo, pochi soldi, ma grandi risultati, concreti, che mi facciano semplicemente capire che sono sulla strada giusta e che con i miei tempi, posso davvero arrivare a condurre un'azienda sana, che genera profitti e dove tutti ci lavorano con orgoglio e soddisfazione.

 

Alla fine ho deciso di fare, ciò che fa qualsiasi medico prima di curarti, partendo dal punto di partenza.

 

Il punto di partenza è che tuo malgrado hai una grave malattia: da un lato i clienti non ti pagano e dall'altro hai bisogno di fatturare di più.

 

Per cui l'unico modo è fare delle analisi per capire esattamente quanto grave è il problema e decidere poi la migliore cura. Chiunque voglia curarti senza fare delle analisi, siamo d'accordo che ti farà solo perdere altro tempo e mai ti risolverà il problema alla radice.

 

In medicina non lo so, ma nel mondo imprenditoriale, non esiste un farmaco che vada bene per tutto e tutti, perciò solo un'attenta anlisi dettagliata, costruita assieme al cliente, alle tue esigenze, ai tuoi obiettivi, è il primo passo da compire, la prima azione concreta.

 

Per completezza di informazioni, nel caso in cui non mi conoscessi così bene, devi sapere che anche io come te, mentre facevo l'imprenditore in altre aziende, molto prima di iniziare a studiare come Credit Manager, ho pagato decine di migliaia di euro ad avvocati e agenzie di recupero crediti e, capito che la situazione non sarebbe mai cambiata, ho deciso di andare contro corrente e aiutare gli imprenditori come te, come lo ero anche io molti anni fa, per cui non solo ho costituito Recupero Crediti Italia, ma l'ho fatto con lo scopo principale e unica soluzione possibile, diversamente da come ha funzionato fino ad oggi.

 

Cioè, lo ribadisco ancora una volta, 

mentre ti recupero i crediti per risolvere il problema immediato, ti dico contestualemente cosa fare per non aver più il problema in futuro.

 

La prevenzione agli insoluti, non "creare" più, clienti che non pagano.

 

Se ti dicessi, dammi le pratiche che ti recupero il credito, sarei come l'avvocato che ti dice, dammi le pratiche che ti porto in tribunale. 

 

In questo modo ti curerei il male, ma non la causa.

 

E questo mi renderebbe uguale a tutti, mentre, ho deciso di migliorare il sistema dei pagamenti in Italia e ti chiedo di esserne anche tu partecipe, partendo dalla tua azienda, in anticipo sui tuoi competitor.

 

Questa è la tua opportunità, senza rimpianti per non averci provato, porta a casa tutto e poi decidi.

 

 

Per cui, la cosa concreta da fare è:

 

 

l'analisi di rischio aziendale riguardo i pagamenti, e di mercato per avere nuovi clienti

 

 

Un passo obbligatorio e responsabile, a rischio zero e garantito al 100%. Lo so, sto esagerando, ma è così.

 

A questo punto mi dirai che sei stato molto attento e hai capito molto bene, per cui, qualche paragrafo prima ho anche detto che NON deve costare molto.

 

Beccato! Lo sapevo che non ti sarebbe sfuggito

 

Certo che qualche euro lo devi investire, anche io come te sono un imprenditore, mica una onlus, tuttavia, in modo molto trasparente, e diverso da qualsiasi altro eventuale competitor, (eventuale perchè al momento sono l'unico che si opccupa di prevenzione vera in Italia) ti dico che:

 

l'analisi aziendale e di mercato è garantita al 100% con la fornitura di nuovi clienti che pagano!

 

Ormai è chiaro che voglio solo aiutare le aziende italiane ad uscire dal problema di gestire gli insoluti, ma se ancora non lo fosse, in che modo posso dimostrarti che non mi interessa affatto vendere l'analisi aziendale fine a se stessa? 

 

Semplice, con la garanzia del 100% sulla fornitura di nuovi clienti in ottima salute finanziaria. 

 

Se per qualsiasi motivo, l'esito delle analisi non fosse di tuo gradimento, potrai tenerti tutte le informazioni ricevute e avere la fornitura di un numero di clienti nuovi a tua scelta.

Esempio: se ti fanno comodo 10 nuovi clienti in ottima salute finanziaria, te li presento e saranno tuoi per sempre, gli potrai vendere ciò che vorrai senza pagarmi alcuna provvigione.

 

In sostanza, puoi avere la completa analisi a costo ZERO

Puoi ammortizzare l'investimento basandoti solo sui nuovi clienti che rimarranno tuoi per sempre. 

 

Ok, Fabrizio, mi hai convinto, voglio fare l'analisi aziendale e di mercato.

 

Ma di che tipo di investimento mi stai parlando?

 

A parte il fatto che dovresti affrontare qualsiasi cifra, stiamo parlando della tua azienda, del tuo lavoro che hai deciso di fare, delle persone che hai voluto coinvolgere, della tua vita insomma, per cui, sarebbe coerente con le tue decisioni se fossi pronto davvero a slegarti dal lato economico, e se lo farai, sono sicuro che verrai a dirmi che ne è valsa la pena.

 

Ciò premesso, fammi ribadire questo punto fondamentale.

 

  • Lo faccio per migliorare il sistema dei pagamenti in Italia, di conseguenza, anche per te.

  • Lo devo anch'io fare facendomi pagare in euro; purtroppo anche a me le tasse le chiedono in euro.

  • Sono un imprenditore come te, per cui mi sembra corretto guadagnare, come fai anche tu.

  • Siccome ti consiglierò sempre di passare del tempo a fare marketing per la tua azienda, ovviamente lo faccio anch'io nella mia, e ora ti dico come.

 

 

Una mia consulenza viene pagata a partire da 1.500 € 

I vari professionisti coinvolti nell'analisi valgono circa altri 1.500 €

Le ricerche e le informazioni che riceverai, dedicate alla tua azienda valgono minimo 2.000 €

 

Certo, gli importi sono variabili in base alle tue dimensioni, il numero dei tuoi clienti attuali e potenziali e alle tue esigenze specifiche in generale. Facciamo quindi il valore minimo.

 

Analisi Aziendale Completa 5.000 €

 

Lo so, per alcuni, forse possono sembrare tanti, solo per capire in che modo risolvere definitivamente il problema e dedicarsi finalmente ed esclusivamente alla crescita; ma ti svelo la mia strategia di marketing in questo momento.

 

Fino ad oggi, il 100% dei miei clienti che hanno deciso di fare l'analisi aziendale, hanno poi proseguito ed oggi collaboro con tutti con reciproca soddisfazione.

 

Ti riporto due testimonianaze, così potrai chiedere a loro

 

Andrea Gulberti

CEO di Safety Vision Srl

Andrea ha risposto in questo modo alle nostre domande:

  • Rispetto alle tue aspettative, l'analisi è stata: Al di Sopra - Al di Sotto - Uguale
  • Quanto ti sono state utili le informazioni ricevute? Per Niente - Abbastanza - Molto
  • Hai ricevuto suggerimenti pratici e subito applicabili? SI NO
  • Confermi che il lato prevenzione e gestione dei crediti insoluti o meno, e il lato marketing per avere nuovi clienti siano parte integrante per una corretta gestione aziendale? SI NO
  • Consiglieresti l'analisi ad altre aziende? SI NO
  • Note/Commenti:
    Ciao Fabrizio,
    innanzitutto devo complimentarmi con te per la professionalità che hai dimostrato tutte le volte che ci siamo sentiti, devo dire che mi ha molto colpito il metodo che usi per arrivare al "cuore" dell'imprenditore che si deve trovare quotidianamente ad affrontare il problema di far quadrare i conti per far funzionare al meglio la propria azienda.
    Conti che molto spesso passano per una corretta analisi della situazione dei propri clienti.

 

Alfio Pravato

Cima Minuterie Srl

Alfio ha risposto in questo modo alle nostre domande:

  • Rispetto alle tue aspettative, l'analisi è stata: Al di Sopra - Al di Sotto - Uguale
  • Quanto ti sono state utili le informazioni ricevute? Per Niente - Abbastanza - Molto
  • Hai ricevuto suggerimenti pratici e subito applicabili? SI NO
  • Confermi che il lato prevenzione e gestione dei crediti insoluti o meno, e il lato marketing per avere nuovi clienti siano parte integrante per una corretta gestione aziendale? SI NO
  • Consiglieresti l'analisi ad altre aziende? SI NO
  • Note/Commenti:
    L'analisi nei suoi vari aspetti è ben approfondita, dà delle indicazioni sulle quali potersi muovere nella ricerca di nuovi potenziali clienti.
    L'analisi dei costi, evidenzia chiaramente che ci sono aspetti non sempre valutati nel giusto modo.

 

Ho semplicemente deciso di spostare in avanti nel tempo il mio guadagno economico, per cui,

 

il tuo investimento per l'analisi aziendale e di mercato è di soli 

 

2.997,00 € oltre iva

inclusi 10 clienti nuovi in ottima salute finanziaria

 

Ma aspetta!

 

In verità questo investimento è dato sia dal lato di rischio aziendale nella gestione dei crediti, che dal lato maketing per incontrare nuovi clienti in target che pagano. Per cui, pur essendo consapevole che le due cose sono perfettamente integrate tra loro e per questo motivo NON ti consiglio di divederle, tuttavia se proprio lo ritieni necessario per il tuo caso, puoi analizzare solo la parte che ritieni.

 

E quindi l'investimento è così composto:

1.498,50 € oltre iva per analisi rischio aziendale

1.498,50 € oltre iva per analisi di mercato

2.997,00 € oltre iva in Totale

 

Ora, puoi anche confrontarlo con quanto ti costa qualsiasi azione di marketing che ti fa entrare in contatto con 10 clienti (non ho scritto LEAD più o meno interessati al tuo prodotto); ho scritto 10 clienti in target al 100% e in ottima salute finanziaria.

Se lo rapporti con quanto guadagni ogni volta che vendi ad un cliente, beh... fallo tu il conto, poi mi dirai se ti conviene.

Stai pensando che 10 clienti sono pochi e ne vorresti di più? Puoi richiedere un preventivo legato al numero di clienti che desideri, ma non sono qui per venderti clienti, questo ormai è chiaro. Per cui, inizia con 10 a prescindere dalla tua dimensione e poi vediamo. Ok, se insisti, dimmi il numero ed un preventivo non si nega a nessuno, insomma, vedi tu.

Ok, se ancora non ti basta, aggiungo un Super Bonus solo per ribadire che devi fare subito l'analisi completa; o fatta una parte, poi vorrai fare anche l'altra e spenderesti di più.

 

Il Super Bonus valido solo in questo momento è di

1.000 € oltre iva!

 

Fai adesso l'analisi completa e l'investimento totale sarà di soli

1.997,00 € oltre iva

inclusi 10 clienti nuovi in ottima salute finanziaria

 

Quindi si, pago io tutti i costi, tu investi solo 1.997,00 € e sono sicuro che vorrai proseguire appena ti consegnerò i risultati, a meno che tu non voglia smettere di fare l'imprenditore. 

Ma in questo caso, evita direttamente di fare l'analisi. Grazie.

 

Hai capito bene, voglio essere io per primo ad investire su di te, ecco perchè a volte capita che a qualcuno devo dire di no.

 

Sono sicuro che continuando a creare relazioni solo con imprenditori sani, il rientro del mio investimento, continuerà ad arrivare come sempre.

 

Non attendere oltre, questo mio metodo di fare marketing, non è per sempre, prenota in tempo la tua analisi, compila il form in fondo alla pagina e prenota senza impegno la tua analisi.

 

Ti ricordo la garanzia del 100% che metterà nel tua Data Base 10 nuovi clienti in ottima salute finanziaria e inoltre potrai anche tenerti tutte le informazioni che riceverai dall'esito dell'analisi.

 

Hai l'opportunità di migliorare il sistema dei pagamenti in Italia, partendo dalla tua azienda.

 

Facciamolo assieme. Facciamolo adesso. 

 

Diventa il protagonista, colui che ha fatto crescere la propria azienda, rendendo felici i propri collaboratori, estendendo felicità e ricchezza anche nella vita privata. Dipende solo da te.

 

Ti dico solo che attualmente, la nostra struttura, non ci consente di analizzare un numero infinito di aziende; è un lavoro molto attento che richiede il massimo risultato. 

 

Vogliamo solo clienti soddisfatti.

Per cui, potrebbe essere che ti verrà chiesto di attendere, non riusciamo a servire tutti subito, e MAI a scapito della qualità. 

 

Per cui, fai adesso la richiesta, daremo la priorità in ordine di arrivo, (fino a quando manterremo questa strategia di marketing), poi concedici un po' di pazienza e prenderemo in analisi anche la tua azienda. Grazie. 

 

In alcuni casi, potrebbe anche capitare che non venga accettata la tua richiesta e di questo me ne scuso personalmente ma davvero, non possiamo lavorare per tutti; forse un giorno, magari anche col tuo aiuto, ma al momento no. Perciò prenotati adesso, compila il form senza impegno e ti chiameremo al più presto. GRAZIE.

 

Contattaci